lingua italiana   lingua inglese    
una paziente prima dell'intervento
una paziente dopo l'intervento

Prima e dopo...
Una galleria di immagini che mostrano i risultati dei nostri interventi di chirurgia plastica ed estetica [guarda]

Dottor Giuseppe Gensini

specialista in chirurgia plastica ed estetica

Benvenuti. Questo sito web offre una presentazione del profilo e dell'opera professionale del Dottor Giuseppe Gensini, nonchè una panoramica chiara ed esaustiva dei principali interventi da lui operati

Interventi: lifting facciale

loc./sed.
2
10 gg
60-240 min

IN GENERALE

Il lifting facciale o RITIDECTOMIA, è un intervento abbastanza richiesto.
Da molti anni l'età anagrafica dei pazienti che lo richiedono si è molto abbassata.
Anni fa si sottoponevano all' intervento persone sui 60-70 anni: adesso giustamente la donna (e più raramente anche l'uomo) vuole apparire più fresca e più riposata e più giovane in età più precoce: diciamo intorno ai 40-50 anni.
Il timore più diffuso è quello di apparire finta, con una espressione stravolta senza più armonia e naturalezza come in effetti troppe volte si nota in molti lifting!
E' per questo che spesso io noto diffidenza, timore nell'affrontare questo tipo di intervento (come d'altra parte in tutti gli interventi di estetica facciale, naso e occhi soprattutto).
Si cerca quindi di soprassedere sull'intervento chirurgico vero e proprio, affidandosi a pratiche chirurgiche meno invasive o ai fillers o alle iniezioni di botulino illudendosi che queste siano risolutive.
Alla prima visita e al primo colloquio il paziente, timoroso di quei risultati esagerati che obbiettivamente a tuttoggi ancora vediamo, mi chiede: mi raccomando dottore, mi tiri poco!
Il problema, mie care e miei cari pazienti, è che in quei lifting facciali con i visi STRAVOLTI, i tessuti cutanei e muscolari NON sono stati "tirati" troppo, sono stati tirati MALE, non rispettando le linee di tensione e non rispettando la fisionomia di BASE!
Per ben riposizionare le strutture che hanno ceduto, nel lifting è obbligatorio ridistribuirle, dopo averle scollate, con RISPETTO dell'ARMONIA.

LE INDICAZIONI

Una prolungata esposizione al sole, lo stress della vita quotidiana, una non corretta alimentazione, gli effetti della forza di gravità e il passare degli anni determinano inevitabili segni di invecchiamento del volto e del collo che si manifestano con rughe più o meno profonde intorno agli occhi e fra il naso e la bocca, con l'abbassamento delle guance e il formarsi di depositi di grasso localizzati prevalentemente intorno al mento e al collo.
Il lifting del volto permette di eliminare questi inestetismi rimuovendo le rughe e l'eccesso di grasso, riposizionando i muscoli del viso e distendendo la pelle della faccia e del collo.
Non esistono limiti di età per sottoporsi a questo tipo di intervento. La maggior parte dei pazienti che ricorrono a questa procedura chirurgica ha un'età compresa tra i 40 e i 60 anni.
I migliori candidati per l'intervento di lifting sono uomini e donne il cui volto e collo ha cominciato a dare segni di cedimento, ma la cui pelle ha conservato una buona elasticità.
Il lifting può essere eseguito da solo o in associazione ad altre tecniche chirurgiche quali il lifting della fronte, la chirurgia delle palpebre, la rinoplastica

I RISCHI E LE COMPLICAZIONI

Il lifting del volto è una procedura chirurgica relativamente impegnativa.
Quando questo tipo di intervento viene eseguito da uno specialista in chirurgia plastica esperto nel ringiovanimento del volto, e in strutture autorizzate, i risultati sono generalmente molto buoni.
Per ridurre i rischi di complicanze è comunque molto importante seguire i consigli e le istruzioni che vi darà il chirurgo prima e dopo l'intervento.
I fumatori dovrebbero diminuire l'uso di sigarette perchè il fumo può aumentare il rischio di complicanze e causare ritardi di guarigione.

LA VISITA PRE-OPERATORIA

Il lifting è un intervento molto personalizzato che, come tale, necessita di un'accurata visita specialistica.
Durante la prima visita il chirurgo dovrà valutare la qualità della pelle, dei muscoli e la struttura ossea del vostro volto e illustrarvi gli obiettivi e i risultati estetici che è possibile ottenere.
Il chirurgo dovrà inoltre valutare le vostre condizioni di salute per escludere la presenza di alterazioni (quali pressione alta, problemi di coagulazione o di cicatrizzazione) che potrebbero influire sul risultato finale dell'intervento.
Prima dell'intervento di lifting riceverete istruzioni ben precise sull'alimentazione pre e post-operatoria, sull'assunzione di farmaci, di vitamine, di alcool e di sigarette.
Se siete fumatori è fondamentale che interrompiate del tutto questa abitudine almeno 2 settimane prima dell'intervento in quanto il fumo inibisce l'afflusso di sangue verso la cute e può interferire con la guarigione delle ferite.
Al termine della visita il chirurgo, d'accordo con voi, sceglierà la procedura chirurgica più adatta a conferire al volto un aspetto più giovanile rispettando l'estetica e la fisionomia del vostro viso.

IL TIPO DI ANESTESIA

Il lifting viene generalmente eseguito in anestesia generale e in regime di ricovero in clinica per una o due notti.
Piccoli lifting possono talvolta essere eseguiti in anestesia locale con sedazione (ciò significa che sarete svegli ma rilassati e insensibili al dolore) e in regime di day-hospital.

LE INCISIONI

Nell'intervento di lifting le incisioni sono poco visibili perch? restano nascoste fra i capelli, nonchè davanti e dietro le orecchie.
Raramente può essere necessaria un'incisione sotto il mento per migliorare l'aspetto del collo.
A volte il lifting può essere associato ad un intervento di liposuzione del collo e della regione sottomentoniera al fine di migliorare il profilo e l'aspetto dell'intero volto.

LA DURATA DELL'INTERVENTO

L'intervento di lifting dura alcune ore e non è doloroso.
Talvolta può esserci un leggero fastidio locale e un'alterata sensibilità della cute che scompariranno in alcune settimane.
L'intervento termina con un bendaggio che dovrete mantenere per alcune ore onde evitare il formarsi di possibili edemi ed ematomi.

IL DECORSO POST-OPERATORIO

Nelle 48 ore successive all'intervento di lifting dovrete rimanere a riposo con la testa leggermente sollevata e dovrete eseguire uno shampoo giornaliero per detergere le ferite.
Nei primi due giorni potranno apparire gonfiore ed ecchimosi intorno alla regione trattata.
Raramente si possono verificare ematomi, infezioni, cicatrici cheloidee, lesioni temporanee o permanenti del nervo faciale.
A partire dal terzo giorno potrete riprendere a svolgere una vita normale evitando però attività faticose, saune, bagni turchi e l'esposizione al sole.
Dopo sette giorni dall'intervento il chirurgo procederà alla rimozione dei punti di sutura.
Inizialmente il volto apparirà più gonfio del risultato finale ma entro le 2-3 settimane successive l'edema e il gonfiore andranno progressivamente scomparendo.
A partire dalla terza settimana potrete riprendere gradualmente a svolgere tutte le normali attivit? compresa quella sportiva.
Il risultato, apprezzabile gi? dopo le prime tre settimane, sarà definitivamente raggiunto a distanza di circa sei mesi dall'intervento.

IL RISULTATO ESTETICO

Il risultato di un intervento di lifting è generalmente molto soddisfacente e duraturo ma non permanente, in quanto sarà sempre condizionato dal vostro stile di vita (aumento e perdite di peso, fumo, ecc.) e dagli inevitabili effetti della gravità e dell'invecchiamento.